Skip to content

Ergonomia e sviluppo nuovi prodotti

9 settembre 2015

innovazioneLo sviluppo di nuovi prodotti non è il frutto di un lampo di genio, ma il risultato di un impegno costante e di tanto lavoro.

Le 7 mosse per creare un prodotto di successo:

1. Fase di concept

La prima fase di progettazione del prodotto è la fase di concept, in questo momento cominciamo a pensare al prodotto e alla sua capacità di soddisfare i bisogni dei clienti. E’ il momento di definire cosa e come lo farà.

Ci sono molte tecniche che consentono di sviluppare delle idee per la creazione di nuovi prodotti, ad esempio una o più sessioni di “brainstorming”, consentono di generare delle idee per definire la forma e le funzioni del vostro prodotto. È possibile effettuare schizzi veloci, gli elenchi delle funzioni, gli elenchi delle parti ecc.; in questa fase non è necessario andare troppo nel dettaglio.

E’ importante verificare se esistono norme tecniche o legislative che fissano delle caratteristiche del prodotto che stiamo sviluppando per tenerne conto da subito.

2. Decidete chi sono i vostriutenti”

Se avete in mente un prodotto dovete definire a chi è destinato e chi lo userà.
Un gruppo di utenti2 è un gruppo di persone che utilizzeranno il prodotto che hanno caratteristiche simili o che possono usarlo in un modo simile. Si potrebbe avere più di un gruppo di utenti per il prodotto.

3. Decidete come e dove il vostro prodotto sarà utilizzato

Qualunque cosa state progettando, dovrete cercare di rendere la descrizione più semplice, ma più completa possibile, in quanto questo sarà parte della definizione del prodotto.
Pensate a come il vostro prodotto sarà usato. Voi potete avere in mente un impiego del prodotto, ma provate a pensare a tutti i modi in cui il vostro prodotto potrebbe essere utilizzato anche in maniera impropria e che non diventerà pericoloso in questi casi.
Pensate a dove il prodotto sarà usato. Sarà utilizzato all’esterno o all’interno? Se il prodotto viene utilizzato all’esterno può bagnarsi? può funzionare al freddo, al buio? Può essere utilizzato in sicurezza in queste condizioni?

4. Scoprite la concorrenza!

Cercate altri prodotti che hanno caratteristiche o funzioni simili al vostro. Comparate il vostro prodotto a quello dei concorrenti e scopritene i “punti di forza” o di “debolezza”.
Chiedete ai consumatori se sono soddisfatti dei prodotti della concorrenza.

5. Progettate il vostro prodotto

Progettate il vostro prodotto in funzione delle caratteristiche desiderate dal gruppo di utenti che avete scelto. Potrebbe essere necessario prendere in considerazione le dimensioni del corpo degli utenti e la loro forza questo si chiama antropometria. Ad esempio, i bambini piccoli o persone con ridotta destrezza, come le persone anziane con artrite, avranno bisogno di comandi, pulsanti o impugnature più grandi di quelle per un adolescente. Su questo argomento vi propongo due articoli dedicati all’ergonomia applicata alla progettazione degli imballaggi: Ergonomia perchè? e Ergonomia applicata.

Non dimenticate di pensare a tutti gli utenti, compresi quelli che potrebbero essere necessari per spostare o mantenere il vostro prodotto. Se si progetta un mobile, per esempio, potrebbe essere necessario pensare a come qualcuno lo dovrà sollevare o spostare per pulire intorno ad esso.

Tradizionalmente i progettisti hanno richiesto all’ergonomia soprattutto conoscenze sull’uomo biologico. Oggi invece si vuole che l’ergonomia entri nel vivo del progetto, con metodi e mezzi che consentano di conoscere e prevedere ciò che gli utenti chiedono (o chiedereanno) ai prodotti, ai sistemi e agli ambientei, in termini di prestazione e piacevolezza. e’ quanto viene richiesto dalla produzione che non può più accontentarsi della conoscenza empirica delle caratteristiche dei suoi futuri clienti/utilizzatori.

____________________________________________

libro_ergonomia_progettoAutore: Luigi Bandini Buti

Titolo: Ergonomia e progetto

Formato: 249 pagg, copertina morbida, 1998

Editore: Maggioli

Prezzo: L. 38.000 –> € 10,00

Per ordinare: Inviate una mail a amministrazione@plasticando.it indicando il vostro Nome, Cognome, indirizzo completo. Il libro e’ spedito con un contributo di € 12,00 per spese di spedizione nel caso di pagamento in contrassegno o € 6,00 per pagamento anticipato con paypal o bonifico bancario. Non sarà emessa fattura in quanto trattasi di vendita occasionale tra privati.

Per maggiori informazioni

____________________________________________

6. Preparate un prototipo del prodotto

Questa fase si chiama prototipazione. State facendo una copia del vostro prodotto per farlo provare alle persone, per vedere se sembra che funzionerà e, soprattutto, che cosa pensano gli utenti quando lo vedono per la prima volta. Questo è un modo rapido, economico e facile per verificare le vostre idee. Se avete bisogno di cambiare il disegno o le funzioni del prodotto, lo potete fare senza perdere troppo tempo o spendere molto.

Convincete la gente a usare il prototipo in maniera naturale e potrete verificare se lo utilizzano con facilità o se incontrano delle difficoltà.

Se si scopre che è necessario fornire molte istruzioni all’utente per il suo utilizzo corretto, forse si dovrebbe pensare a semplificare il prodotto!

7. Create il vostro progetto finale del prodotto!

Una volta che avete definito le caratteristiche del vostro prodotto potete anche pensare all’estetica. 

I vostri utenti saranno attratti dall’estetica prima di acquistare il prodotto e torneranno a comprarlo se oltre che funzionare bene, sarà bello da vedere.

 

 

 

 

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: